Questo sito contribuisce alla audience di

Nouakchott

capoluogo del distretto omonimo e capitale della Mauritania, 673.000 ab. (stima 2007).

Situata in un'oasi a breve distanza dalla costa atlantica, sulla strada che collega Dakar (Senegal) a Marrakech (Marocco), la città costituisce un ponte tra la parte araba e quella nera del continente africano. Posta al centro della rete di comunicazioni mauritana, Nouakchott, è centro amministrativo e nodo commerciale del Paese. § A partire dagli anni Sessanta, la città ha conosciuto un cospicuo incremento della popolazione passando da 8000 ab. nel 1963 a 735.000 ab. nel 1995. Tale incremento è stato determinato non solo da fattori di naturale crescita demografica o dalla sedentarizzazione dei nomadi, ma anche da fattori climatici, quale la grave siccità che ha colpito il sahel e ha reso l'attività pastorale non più in grado di sostenere economicamente le comunità che la praticavano. Qui più che altrove nel continente la crescita demografica ha dato origine a problemi di difficile soluzione; urbanizzazione massiva, saturazione progressiva dello spazio disponibile all'interno dei quartieri poveri, crescente povertà e costante rischio di insabbiamento delle zone urbane da parte del deserto del Sahara e di inondazione a causa dell'oceano Atlantico (alcune aree della città sono infatti al di sotto del livello del mare), carenza di acqua dolce sono solo alcuni dei nodi da dirimere per garantire alla città prospettive di crescita. § Fondata nel 1903, è capitale dello Stato soltanto dal 1957: durante il periodo coloniale infatti, la Mauritania, che era inclusa nella colonia dell'Africa Occidentale francese, era priva di una capitale. § Interessante, dal punto di vista etnologico, è il Museo Nazionale. Notevoli anche le innumerevoli moschee, tra cui spiccano la Grande Moschea e la Moschea marocchina. § Dotata di efficienti attrezzature portuali − la cui edificazione, unita all'edilizia selvaggia, ha compromesso notevolmente il cordone di dune della costa − la città vanta un settore secondario che vede attive una raffineria di petrolio e industrie di trasformazione. Servita da un aeroporto internazionale, (2,5 km a E del centro), inaugurato nel 1979. § In città è particolarmente famoso il l'animato mercato del pesce (o Port de Pȇche).

Media


Non sono presenti media correlati