Questo sito contribuisce alla audience di

Pancrazi, Piètro

critico letterario e scrittore italiano (Cortona 1893-Firenze 1952). Redattore delle riviste Pegaso e Pan, collaborò a lungo al Corriere della Sera. Con A. Schiaffini e R. Mattioli diresse la collana La letteratura italiana-Storia e testi dell'editore Ricciardi. Dotato di limpida chiarezza e di sottile penetrazione psicologica, fu critico attento ed equilibrato della letteratura contemporanea (Ragguagli di Parnaso, 1920; Poeti d'oggi, antologia in collaborazione con G. Papini, 1925; Scrittori italiani del Novecento, 1933; Scrittori italiani dal Carducci al D'Annunzio, 1939; Scrittori d'oggi, 1942-53) e interpretò con finezza di gusto gli scrittori dell'Ottocento (I Toscani dell'Ottocento, 1923). Parallela alla sua attività critica è l'altra di scrittore favolistico (L'Esopo moderno, 1930), di arguzia tipicamente toscana, e di moralista indulgente e ironico (Donne e buoi dei paesi tuoi, 1934). Tra gli altri scritti: Nel giardino di Candido (1950) e, postumi, Della tolleranza (1955), Italiani e stranieri (1957).