Questo sito contribuisce alla audience di

Piàn di Scò

comune in provincia di Arezzo (44 km), 369 m s.m., 18,43 km², 5441 ab. (piandiscoesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro del Valdarno Superiore, posto su un ripiano alle falde occidentali del Pratomagno. Nel Medioevo fece parte della pievania di Santa Maria a Scò e fu conteso tra i Pazzi, gli Ubertini e Firenze, che vi impose la propria egemonia. La parrocchiale di Santa Maria, dei sec. XII-XIII, è di impronta romanica. Restaurata nel 1934, conserva un affresco del sec. XV di Paolo Schiavo.§ L'agricoltura produce frumento, foraggi, patate e olive (rinomata qualità di olio). L'industria opera nei settori dei laterizi, della pelletteria, delle calzature e dell'abbigliamento. Attivo è l'artigianato artistico nell'oreficeria e nella bigiotteria.