Questo sito contribuisce alla audience di

Rigillo, Mariano

attore italiano (Napoli 1939). Pur avendo interpretato ruoli impegnativi del grande repertorio (dal Figaro di Beaumarchais alla trilogia del “teatro nel teatro” di Pirandello), ha legato il suo nome ad alcuni spettacoli nei quali si è dimostrato degno erede della grande tradizione istrionica partenopea, rivisitata con moderna sensibilità. Tra queste interpretazioni, Masaniello di A. Pugliese e i due montaggi dei testi di R. Viviani presentati con i titoli Napoli notte e giorno e Napoli chi resta e chi parte, a cura di G. Patroni Griffi. Nel 1994 è stato il direttore artistico della XIV edizione del Festival Città spettacolo di Benevento. Come regista ha diretto Festa para un Gentilhombre, uno spettacolo composto da tre frammenti di García Lorca: Lamento per la morte di Ignazio, Poeta a New York e l'inedito Aspettiamo cinque anni (1994). È stato poi Enrico IV di Luigi Pirandello nel 1995 e Celestino V in Sulle tavole del tuo cuore di Luigi Maria Musati e Massimiliano Farau, in scena al Festival del Teatro Medioevale e Rinascimentale di Anagni nel 1996. Nel 2007 ha interpretato La masseria delle allodole dei fratelli Taviani.

Media


Non sono presenti media correlati