Questo sito contribuisce alla audience di

Roccalumèra

comune in provincia di Messina (29 km), 7 m s.m., 8,77 km², 4029 ab. (roccalumeresi), patrono: sant’ Antonio (13 giugno).

Centro situato alla sinistra della foce del torrente Pagliara. L'abitato si allunga verso N sulla statale Orientale Sicula, congiungendosi a Nizza di Sicilia. Fondato nel sec. XVII per sfruttare le cave di allume, trae il nome da queste e dai Rocca, primi feudatari. Appartenne poi agli Ardoino e ai Moncada.§ L'abitato conserva una torre merlata (sec. XV) nota come “torre di Sollima”. In frazione Allume è la barocca chiesa della Madonna del Rosario. La chiesa della Madonna della Catena custodisce pregevoli tele. In cima alla collina si trovano i ruderi della chiesa di San Michele.§ L'agricoltura produce olive, agrumi e uva da vino; è diffuso l'allevamento ovino e caprino. L'industria opera nei settori alimentare e della lavorazione del legno. Una certa rilevanza ha il turismo balneare.Roccalumera è compresa nel parco letterario dedicato a Salvatore Quasimodo.

Media


Non sono presenti media correlati