Questo sito contribuisce alla audience di

Romanèlli, Pietro

archeologo italiano (Roma 1889-1981). Direttore dei musei e degli scavi della Tripolitania (1919-23), sovrintendente alle antichità romane (1946-60), insegnò archeologia dell'Africa romana e antichità provinciali all'Università di Roma. Ai suoi numerosi scavi e agli studi relativi al foro romano e al Palatino, a Ostia, a Tarquinia e altre località del Lazio si aggiungono gli importanti lavori archeologici e storici riguardanti l'Africa romana, dove, tra l'altro, iniziò l'esplorazione sistematica di Leptis Magna (1921). Opere principali: Leptis Magna (1925), La Cirenaica romana (1943), Storia delle province romane dell'Africa (1959), Palestrina (1967).

Media


Non sono presenti media correlati