Questo sito contribuisce alla audience di

Sànto Sepólcro di Gerusalèmme, Órdine del-

ordine equestre “di subcollazione” cioè governato per delegazione papale da un cardinale. Non è a stretto rigore un ordine pontificio in quanto non viene conferito direttamente dalla Santa Sede, che pure nel cerimoniale lo colloca immediatamente dopo il Sovrano Militare Ordine di Malta. Puramente leggendaria è una sua origine costantiniana; sarebbe invece nato come sodalizio di cavalieri crociati nel 1099 e costituito in ordine secondo la regola agostiniana nel 1114. Riformato nel 1489 e riunito, per quanto riguarda l'Italia, all'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme e di Rodi, rimase però in vita come dignità cavalleresca, confermata, tra gli altri, dai papi Clemente XI (1708) e Benedetto XIV (1746). Una sostanziale riforma di Pio IX (1847) che affidò la subcollazione al patriarca di Gerusalemme riportò l'ordine a nuova vita. Dopo riforme successive, lo Statuto vigente dell'ordine è quello approvato da papa Paolo VI (1967). Prevede tre classi: cavalieri e dame di collare, cavalieri, dame; vi si è ammessi per particolari benemerenze verso l'ordine e verso le opere cattoliche di Terrasanta.