Questo sito contribuisce alla audience di

Sélva Néra

catena montuosa della Germania, interamente compresa nello Stato federato del Baden-Württemberg. Si estende con direzione NNE-SSW per ca. 160 km tra la Fossa Renana a W, il corso stesso del Reno a S, il Giura Svevo e le valli del Neckar e del Nagold a E; a N trapassa senza soluzione di continuità nelle regioni ondulate dell'Enzgau e del Kraichgau. La Selva Nera presenta caratteri morfologici distinti nelle due sezioni che la valle trasversale del fiume Kinzig separa: la Inferiore (Nordschwarzwald), a N, meno elevata (Hornisgrinde, 1164 m) e ricoperta da arenarie triassiche, e la Superiore (Südschwarzwald o Hochschwarzwald), a S, che culmina a 1493 m s.m. nel Feldberg ed è costituita in prevalenza di gneiss e graniti. Dalle sue pendici hanno origine vari corsi d'acqua, tra cui il Danubio, il Neckar, il Nagold, l'Enz, il Murg, il Kinzig, l'Elz, il Wiese e il Wutach. Il clima è fresco e piovoso, con temperature medie annue intorno ai 6-8 ºC, e favorisce la diffusione di pascoli e boschi, per cui la regione va giustamente famosa; i dorsi selvosi sono ricoperti da abeti e faggi che per il loro intenso colore, talvolta cupo, hanno suggerito il nome della catena. Le principali risorse sono lo sfruttamento forestale, l'allevamento del bestiame, l'agricoltura (cereali, vite) e l'industria, attiva nei tradizionali settori tessile, dell'orologeria, meccanico e del legno; il turismo è florido in alcune rinomate stazioni di cura e soggiorno come Baden-Baden, Freudenstadt, Baiersbronn, Triberg, Sankt Blasien e Wildbad. Anche Foresta Nera. In tedesco, Schwarzwald.

Media


Non sono presenti media correlati