Questo sito contribuisce alla audience di

Salamandrina

genere di Anfibi Urodeli della famiglia dei Salamandridi. Comprende una sola specie: la salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata) presente solo nell'Italia peninsulare (endemismo). La salamandrina dagli occhiali nel panorama degli Anfibi presenti in Italia assume un ruolo particolare e di primaria importanza. Questo Urodelo rappresenta infatti l'unico caso di endemismo a livello di genere tra i vertebrati del nostro territorio nazionale. Sulla base di tale primato Salamandrina terdigitata è stata scelta come emblema dell'Unione Zoologica Italiana (UZI). Il nome scientifico di quest'animale deriva dall'erronea valutazione effettuata dal naturalista francese Lacépède (1788) circa il numero di dita (tre) presenti sulle zampe anteriori dell'animale. La salamandrina invece è munita di quattro dita per ogni arto, sia anteriore sia posteriore, differenzandosi in questo dagli altri Urodeli che ne possiedono anteriormente quattro e posteriormente cinque. Il nome popolare di “salamandrina dagli occhiali” deriva da una sorta di mascherina che sembra contornarle gli occhi di colore variabile dall'arancio al giallo ocra al marroncino. La salamandrina è lunga fra 7 e 12 cm (in età adulta), di cui oltre la metà di coda, ed è presente esclusivamente nel versante occidentale della catena appenninica, a quote comprese fra poche decine e 1300 m. La colorazione è prevalentemente bruno scuro, con ampie aree rosse sulla superficie ventrale, chiazzata di nero e di grigio. Si può osservare quasi esclusivamente in primavera o, in alcune zone dell'Appennino Laziale, anche in autunno, allorquando le femmine si portano a deporre le uova in corrispondenza di piccoli corsi d'acqua. L'habitat presenta estrema variabilità, comprendendo sia foreste sia spazi aperti. È presente anche in zone antropizzate, come coltivi e giardini. La dieta è totalmente carnivora. Larve di salamandrina si possono praticamente incontrare in ogni mese dell'anno. La deposizione è di breve durata (1-5 giorni) e le uova in numero massimo di circa 80. La durata dello sviluppo è di circa 20 giorni. La metamorfosi è completa dopo 2-5 mesi.

Media


Non sono presenti media correlati