Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Arcàngelo

comune in provincia di Potenza (112 km), 388 m s.m., 89,47 km², 6637 ab. (santarcangiolesi), patrono: san Michele Arcangelo (8 maggio).

Centro situato su un rilievo argilloso alla destra della valle del fiume Agri. Fortilizio longobardo, nel 1040 fu elevato a contea dai Normanni. Nel 1298 divenne feudo dei Della Marra e seguì le vicende storiche di Stigliano. § La chiesa della Riforma (o di San Rocco) conserva dipinti del sec. XVI, un polittico del sec. XVII, statue lignee, crocifisso e pulpito del sec. XVIII. Nella chiesa di San Nicola di Bari, ricostruita nel 1939, si trova un fonte battesimale del Quattrocento. § L'economia si basa sull'agricoltura, che produce cereali, ortaggi, frutta, uva da vino e olive (rinomato è l'olio locale), e sull'artigianato del ferro battuto. § Fuori dall'abitato sorge il monastero di Santa Maria di Orsoleo (sec. XVI, rimaneggiato nel Seicento); la chiesa è decorata in stile barocco e sulle pareti del piano superiore del convento sono affreschi del sec. XVI.