Questo sito contribuisce alla audience di

Semònide di Amòrgo

(greco Sēmonídēs; latino Semonídes), poeta giambico greco (sec. VII-VI a. C.). Nacque a Samo e, forse durante la tirannide di Demotele, si trasferì nell'isola di Amorgo, una delle Cicladi, dove fondò una colonia di Sami. Scrisse in metro elegiaco la storia della sua città, di cui ci è pervenuto un unico frammento. Anche dei suoi giambi non si hanno che pochi versi: notevoli un carme di cupo pessimismo sulla vanità dei beni della vita e un altro sull'origine delle donne, secondo la loro indole, da animali ed elementi naturali dalle corrispondenti caratteristiche, l'ambiziosa dalla cavalla, l'industre dall'ape, la volubile dal mare ecc.

Media


Non sono presenti media correlati