Questo sito contribuisce alla audience di

Servolini, Luigi

pittore e incisore italiano (Livorno 1906-1981). Continuatore della tradizione incisoria italiana, che nella specialità della xilografia ha avuto i suoi migliori rappresentanti in A. De Carolis e B. da Osimo, ha saputo rinnovare profondamente questa tecnica attraverso la conquista di un nuovo senso spaziale e di una smagliante policromia (Il cocomero, I pesci, Il lupicante ecc.). Incisioni di Servolini si conservano in varie gallerie pubbliche europee e americane. Nel 1954, insieme a C. Carrà, A. Tosi, L. Bartolini, A. Bucci e altri, fondò l'Associazione Incisori d'Italia. Scrittore e pubblicista, è autore di opere e saggi di critica fra cui si ricordano: La pittura gotica romagnola (1944), Incidere (1953), Dizionario illustrato degli incisori italiani moderni e contemporanei (1955), Dalla pietra litografica alla stampa offset (1968), L'arte di incidere (1970).