Questo sito contribuisce alla audience di

Shāh Jahān

imperatore indiano dal 1627 al 1666. Nome dinastico del principe Khurram, terzogenito dell'imperatore moghūl Jahangir. Ottimo generale agli ordini del padre, nel 1622 gli si ribellò per questioni di successione, ma, riconciliatosi, salì pacificamente al trono. Sotto di lui l'impero giunse al massimo splendore, ma cominciò anche a dar segni di decadenza specie nell'amministrazione e nell'esercito. Vittorioso sui Portoghesi e sui Nizam Shani di Daulatabad, non riuscì infatti a contrastare Bijapur e i Persiani e subì la perdita di Kandahar. Alla fine del suo regno Shāh Jahān restò per circa dieci anni prigioniero del figlio Aurangzeb. A Shāh Jahān si deve la costruzione del celeberrimo mausoleo del Tāj Mahal di Agra.

Media


Non sono presenti media correlati