Questo sito contribuisce alla audience di

Soave

comune in provincia di Verona (22 km), 40 m s.m., 22,67 km², 6562 ab. (soavesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro situato ai piedi delle estreme propaggini meridionali dei monti Lessini. Abitato già in epoca romana, è conosciuto col nome attuale dal 568. Possesso dei vescovi e poi del comune di Verona, fu fortificato nel sec. XIII dagli Scaligeri, che ne ampliarono il castello. In seguito fu sotto la dominazione viscontea e carrararese, finché nel 1405 passò a Venezia. Nel 1511 venne devastato dagli austriaci.§ L'abitato è circondato da una poderosa cinta muraria intervallata da 24 torri, fatta erigere nel 1369 dagli Scaligeri e saldata al castello eretto precedentemente su un colle: di origine medievale, fu ampliato nel sec. XIV dagli Scaligeri, poi dai veneziani nel 1413 e restaurato nel 1892. Nella cittadina sorgono il gotico Palazzo di Giustizia (1375), il palazzo Cavalli (1411), in stile gotico-veneziano, la chiesa di Santa Maria di Montesanto o dei Domenicani (sec. XV), e la parrocchiale (sec. XVIII ma ricostruita nel sec. XIX), che conserva una tela di P. Farinati e un battistero ottagonale in marmo rosso del 1430.§ L'economia si basa prevalentemente sulla coltivazione della vite (vino DOC soave) e sull'industria, presente nei settori enologico, chimico (essenza di giaggiolo), meccanico, dell'abbigliamento e della lavorazione dei metalli. Attivo il comparto turistico.

Media


Non sono presenti media correlati