Questo sito contribuisce alla audience di

Sorrentino, Gilbert

scrittore e poeta statunitense (New York 1929-2006). Nei suoi versi (The Darkness Surrounds Us, 1960, La tenebra ci circonda; Black and White, 1964, Bianco e nero) confluiscono gli influssi di E. Pound, W. C. Williams e R. Creeley, suoi maestri riconosciuti. Al romanzo autobiografico The Sky Changes (1966; Il cielo cambia) sono seguiti, tra gli altri, Steelwork (1970; Lavori in acciaio), Imaginative Qualities of Actual Things (1971; Qualità immaginative di cose reali), Aberration of Starlight (1980), Crystal Vision (1981), Odd Number (1985), Rose Theatre (1987). Nel 1956, insieme ad alcuni amici del Brooklyn College, fondò Neon, una rivista letteraria di cui fu principale curatore fino al 1960 che pubblicò autori all'epoca emergenti come W. C. Williams, L. Jones, H. Selby Jr, F. Dawson e J. Oppenheimer. Dal 1961 al 1963 fu curatore di una rivista analoga, Kulchur, che pubblicò principalmente autori della Beat generation. Nel 1981 ha ricevuto il Premio John Dos Passos per la letteratura, nel 1985 una onoreficienza dall'American Academy of Arts and Letters e nel 1992 il premio Lannan per la letteratura. È docente di scrittura creativa presso l'Università di Stanford.

Media


Non sono presenti media correlati