Questo sito contribuisce alla audience di

Tósi, Giovanni

(anche Tònsi o Tònso). Ecclesiastico (Milano 1528-1601) entrato nell'ordine degli umiliati fu preposto di Brera. Dopo aver scontato due anni di segregazione nella certosa di Garegnano sotto l'accusa di aver cospirato (1569) contro il cardinale Carlo Borromeo, si trasferì in Toscana e fu provveditore dello Studio di Pisa. Chiamato a Roma, entrò nelle grazie di Gregorio XIII; divenne poi consigliere di Stato di Carlo Emanuele I di Savoia.

Media


Non sono presenti media correlati