Questo sito contribuisce alla audience di

Torrióni

comune in provincia di Avellino (25 km), 645 m s.m., 4,21 km², 633 ab. (torrionesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro della media valle del fiume Sabato. Sorto secondo la tradizione intorno alla Torre di Aione (da cui il nome), appartenne prima ad Avellino e poi a Benevento (888); con l'avvento dei Normanni ritornò al capoluogo irpino e seguì le vicende di Tufo. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1980. La semplice chiesa di San Michele Arcangelo ha nella facciata un'immagine del santo patrono in maiolica.§ L'economia si basa sull'agricoltura, che produce patate, olive, nocciole e uva da vino (greco di Tufo DOCG), e sulle attività di sfruttamento dei boschi (soprattutto legname).

Media


Non sono presenti media correlati