Questo sito contribuisce alla audience di

Villa Sant'Antonio

comune in provincia di Oristano (37 km), 249 m s.m., 19,13 km², 454 ab. (santantonesi), patrono: sant’ Antonio di Padova (prima domenica di giugno).

Centro dell'Arborea, situato alla destra del rio Imbessu. Abitato in età prenuragica, prese il nome da un oratorio di Sant'Antonio attorno a cui sorse agli inizi del Settecento. Fece parte della Baronia di Senis e appartenne ai Nin Zatrillas fino all'abolizione dei feudi (1839). Fino al 1985 si chiamò Sant'Antonio Ruinas.§ Nel centro storico sorge la cattedrale di Sant'Antonio di Padova. Nel territorio sono visibili numerosi menhir (tra cui spicca quello di Cuccuru Tundu), domus de janas e necropoli (Genna Salixi e Funtana Craberis).§ L'agricoltura produce soprattutto cereali, olive, frutta e uva (con produzione di vini DOC). Si praticano l'allevamento di bovini, ovini e caprini e le attività di sfruttamento dei boschi, con raccolta e lavorazione di sughero.

Media


Non sono presenti media correlati