Questo sito contribuisce alla audience di

Vitali, Filippo

compositore italiano (Firenze ca. 1600-1652). Sacerdote, fu tenore della cappella pontificia, quindi maestro di cappella in S. Lorenzo a Firenze (succedendo a Marco da Gargliano) e poi in Santa Maria Maggiore a Bergamo. Come molti autori del primo barocco, compose musica sia profana sia religiosa. Gli Hymni Urbani VIII (1636) dimostrano la completa padronanza tecnica e artistica della polifonia tradizionale. Determinante fu tuttavia l'apporto di Vitali per lo sviluppo della monodia, come risulta dai tre libri di madrigali (1616-29). Particolare importanza storica ha la sua “favola in musica” Aretusa (1620), che fu la prima opera musicale rappresentata a Roma e fonde la tradizione polifonica romana con il nuovo “recitar cantando” fiorentino. Compose inoltre la musica per i sei intermedi della commedia La finta mora (1622) di I. Cicognini.

Media


Non sono presenti media correlati