Questo sito contribuisce alla audience di

Worcester (Gran Bretagna)

città della Gran Bretagna, capoluogo della contea non metropolitana di Worcestershire (Inghilterra), 100.023 ab. (stima 2005), 35 km a SSW di Birmingham, sul fiume Severn. Famosa fin dal sec. XVIII per la produzione delle porcellane, è sede di numerose industrie. § Il maggior monumento cittadino è la cattedrale, in stile romanico-gotico, fondata nel 580, interamente ricostruita nel 1084-89 e ampiamente restaurata a iniziare dal 1202. Al sec. XIII risalgono la Lady Chapel e il coro, al successivo il tiburio, attribuito a J. Clyve. Fra i monumenti tombali assai importanti sono quelli di re Giovanni Senza Terra e del vescovo Gifford (ca. 1210). Degli edifici annessi, notevole l'oratorio del principe Arturo, tipico esempio di architettura Tudor; molto rimaneggiate le altre chiese medievali e l'ospedale di St. Wulfstan, fondato nel 1080. Numerosi gli edifici settecenteschi, tra i quali, opera di T. White, sono le chiese di S. Nicola, Ognissanti e la Guildhall. Il Perrins Museum conserva interessanti raccolte di porcellana. A Worcester , infatti, nel 1751 fu fondata la più importante manifattura inglese, dopo Chelsea, di porcellana tenera. L'impresa ebbe diversi passaggi di proprietà per divenire poi, nel 1862, la Royal Worcester Porcelain Company, nome con il quale è ancor oggi attiva.