Questo sito contribuisce alla audience di

asco

sm. (pl. -chi) [dal greco askós, sacco].

1) In botanica, cellula specializzata caratteristica dei Funghi appartenenti alla divisione Ascomiceti in cui si trovano le ascospore, in numero variabile di 2, 4, 8 o più. Le ascospore si formano nell'asco in seguito alla fusione di due nuclei aploidi e alla conseguente divisione meiotica dello zigote. Gli aschi possono comparire isolati come nei Saccaromiceti, ma più frequentemente sono riuniti in strutture specializzate dette ascocarpi. Le spore si liberano in seguito alla rottura della parete dell'asco.

2) In zoologia, vescicola ripiena di liquido celomatico presente in alcuni Briozoi. La variazione di pressione del liquido nel suo interno determina la protrazione e la retrazione del lofoforo.