Questo sito contribuisce alla audience di

carùncola o caróncola

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XVII; dal latino caruncŭla, pezzetto di carne, dim. di caro carnis, carne].

1) Piccola escrescenza carnosa dalla forma di papilla.

2) In botanica, sporgenza carnosa o coriacea presente sulla superficie di alcuni semi nella regione micropilare. Essa partecipa alla formazione del tegumento e, in alcuni generi, può aiutare il distacco dei semi (per esempio Euphorbia). Spesso contiene sostanze nutritizie e vitaminiche particolarmente appetite da alcuni animali (per esempio formiche), che nel cibarsene contribuiscono alla diffusione del seme.

Anatomia comparata

Nell'uomo si distinguono: caruncole imenali o mirtiformi, residui dell'imene, dopo la deflorazione; caruncola lacrimale, piccola escrescenza situata all'angolo interno dell'occhio, su cui sboccano le ghiandole lacrimali e si trovano ghiandole sebacee; caruncola di Morgagni o della prostata, lobo medio della prostata; caruncole salivari, i due tubercoli, posti ai lati del frenulo della lingua, su cui sboccano i condotti delle ghiandole sottomandibolari; caruncole del Santorini o papille duodenali, le due sporgenze mammellonate, poste l'una sopra l'altra, presenti nella parte distale del duodeno; nell'inferiore (caruncola maior) si trova l'ampolla di Vater, in cui sboccano il coledoco e il dotto principale del pancreas; nella superiore, più piccola (caruncola minor), trovasi l'orificio del condotto accessorio del pancreas; caruncole sottolinguali, eminenze poste lateralmente alle caruncole salivari, formate dalle sottostanti ghiandole omonime; caruncola uretrale, formazione polipoide della mucosa uretrale, saltuariamente presente in prossimità dello sbocco esterno dell'uretra femminile; è detta anche carena o tubercolo uretrale. § Negli animali, le caruncole sono sviluppate soprattutto negli Uccelli, assieme alle creste e ai bargigli: hanno spesso colori vivaci, sono situate generalmente sul capo e frequentemente possono essere erettibili. Fanno parte dei caratteri sessuali secondari e sono maggiormente sviluppate nei maschi. Anche la sporgenza arrotondata sulla superficie della mucosa uterina dei Ruminanti, delle dimensioni di un fagiolo, che in gravidanza si ingrossa, diviene peduncolata e cosparsa di cripte per accogliere i villi del corion fetale, formando così la placenta.