Questo sito contribuisce alla audience di

compelle intrare

loc. latina (costringi a entrare), frase desunta dal Vangelo di San Luca (14,23) e usata da Sant'Agostino come prova della liceità dell'uso della forza per costringere gli eretici all'ortodossia. Il santo però in un secondo momento rettificò la precedente interpretazione, assegnando alla pena solo un carattere correttivo ed escludendo ogni senso punitivo. San Tommaso ammise l'uso della forza contro gli eretici, ma non contro gli ebrei e i pagani. L'argomento fu ripreso da P. Bayle nel suo Commentaire philosophique (1686) per demolirlo in nome della tolleranza religiosa.

Media


Non sono presenti media correlati