Questo sito contribuisce alla audience di

costumbrismo

sm. sp. (da costumbre, uso, costume). Tendenza letteraria largamente diffusa in Spagna e nell'America Latina, soprattutto nel sec. XIX, fondata sull'osservazione e la trascrizione di costumi, personaggi, scene, festività, superstizioni di piccoli centri provinciali e rurali, con vasto impiego di termini e modismi vernacolari. Di derivazione evidentemente romantica, il costumbrismo ha dato origine soprattutto a narrazioni brevi (scene, quadri e racconti), prive quasi interamente di azione e di sviluppi, come le Escenas andaluzas di Estébanez Calderón e le Escenas matritenses di Mesonero Romanos. Ma, a partire specialmente dalla famosa Gaviota di Fernán Caballero (1849), la tendenza permea largamente anche il romanzo realista della seconda metà del sec. XIX, fino agli inizi del XX.

Media


Non sono presenti media correlati