Questo sito contribuisce alla audience di

frattura (linguistica)

particolare procedimento fonetico (in tedesco Brechung) che interessa il vocalismo delle lingue germaniche. Si distinguono la frattura gotica, quella anglosassone e quella nordica. In gotico le vocali brevi u, i (da un originario e indeuropeo) subiscono la frattura davanti a h e r diventando rispettivamente o, e che vengono graficamente indicate con i diagrammi , aí. La frattura dell'anglosassone differisce invece da quella gotica sia per i suoni interessati, sia per le cause che la determinano, sia per i risultati che produce. Essa riguarda le vocali anterioriae (da a), e, i che diventano rispettivamente ea, eo, io davanti a h, oppure davanti a r seguita da consonante, oppure (ma in minor misura) davanti a l seguita da consonante. Le vocali lunghe āē / ē (da ā), ī subiscono la frattura solo davanti a h e diventano ēa, īo. Meno diffusa è la frattura nell'antico nordico dove è interessata al fenomeno solo la vocale e che diventa ia se nella sillaba seguente c'è a.