Questo sito contribuisce alla audience di

manuelino, stile-

ultima manifestazione dello stile tardogotico portoghese, sviluppatosi durante il regno di Emanuele I; arricchì il linguaggio gotico con elementi islamici e rinascimentali, creando opere caratterizzate da grande esuberanza e sontuosità decorativa, da intensi effetti chiaroscurali e vivace dinamismo. Tra gli esempi tipici dell'arte manuelina nella sua fase migliore si ricordano il convento dei Jerónimos di Belém a Lisbona, cui lavorarono successivamente D. Boytac e J. de Castilho; il monastero di S. Maria della Vittoria a Batalha, dove lo stesso D. Boytac realizzò le famose Capelas imperfeitas, mentre M. Fernandes eseguì il grande portale della rotonda; il convento di Cristo a Tomar e la Torre di Belém a Lisbona, cui lavorarono rispettivamente Diogo e Francisco Arruda.