Questo sito contribuisce alla audience di

occipitale

agg. [sec. XVIII; da occipite]. In anatomia: A) osso occipitale (o solo occipitale come sm.), osso piatto, contenuto nella regione mediana e postero-inferiore del cranio, in corrispondenza della nuca; ha forma simile a una losanga, incurvata a calotta, con concavità in alto e un poco volta in avanti. Inferiormente presenta il foro occipitale che pone in comunicazione la cavità cranica con il canale vertebrale ed è attraversato dal midollo allungato, da nervi e vasi. Ai lati del foro, esternamente, si evidenziano due condili che fanno parte dell'articolazione tra cranio e rachide (articolazione occipito-atlantoidea); superiormente, nella parte detta squama, sia nella faccia interna sia in quella esterna si rilevano due sporgenze rugose (protuberanze occipitale endocranica edesocranica). B) Arteria occipitale, ramo della carotide esterna che provvede all'irrorazione dei muscoli e delle parti molli della regione occipitale. C) Muscolo occipitale (o epicranico), muscolo pellicciaio del cranio, la cui contrazione provoca una trazione all'indietro del cuoio capelluto. D) Nervi occipitali, si distribuiscono ai tegumenti della regione occipitale: sono il grande nervo occipitale (ramo del 2º nervo spinale cervicale) e il piccolo nervo occipitale (ramo del plesso cervicale, che innerva anche le zone mastoidea e temporale).

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->