Questo sito contribuisce alla audience di

pseudopotenziale

sm. [da pseudo-+potenziale]. In chimica teorica, funzione usata nei calcoli quantistici per descrivere gli elettroni più interni di un atomo (cioè quelli più vicini al nucleo), al fine di evitare di trattarli in modo dettagliato mediante il consueto approccio basato sul calcolo degli orbitali corrispondenti. Il metodo degli pseudopotenziali (anche detti potenziali effettivi di core) è in sostanza un metodo approssimato di calcolo chimico quantistico che consente di rendere più rapidi calcoli che altrimenti richiederebbero tempi assai lunghi. Alla base del metodo sta l'assunzione che gli elettroni più interni non giocano un ruolo rilevante nei legami chimici, e quindi non necessitano di una descrizione particolarmente accurata. L'uso degli pseudopotenziali è utile soprattutto nel trattamento degli atomi pesanti (con molti elettroni) e delle molecole che li contengono, anche perché permette di tenere conto in modo semplice degli effetti relativistici, spesso ignorati nei tradizionali calcoli di chimica quantistica, che possono diventare importanti al crescere del numero atomico.