Questo sito contribuisce alla audience di

ségo

(anche sévo), sm. [sec. XIV; latino sebum]. Grasso animale, ricavato soprattutto da bovini e ovini, contenuto nello strato tra la pelle e la carne, di colore bianco o lievemente giallo, con punto di fusione compreso tra 40 e 50 ºC, secondo la percentuale dei suoi componenti, gliceridi dell'acido stearico, palmitico e oleico. Il tipo più pregiato è impiegato nel campo alimentare per la produzione di burro e margarina, gli altri sono usati per la produzione di sapone e dei rispettivi acidi grassi e glicerina, sottoponendoli ai processi di saponificazione.

Media


Non sono presenti media correlati