Questo sito contribuisce alla audience di

squàdro (lessico)

sm. [sec. XIV; da squadrare].

1) Operazione dello squadrare: lavoro di squadro; squadro di una trave di legno.

2) Ant., lo stesso che squadra1: a squadro, ad angolo retto; sotto squadro, ad angolo acuto.

3) In topografia, strumento per individuare e tracciare allineamenti tra loro perpendicolari. § Lo squadro agrimensorio è costituito da una scatola cilindrica cava, detta bossolo, avente diametro non superiore al decimetro, su cui sono incise coppie di fenditure diametralmente opposte che individuano piani di traguardo perpendicolari e a 45º. Le fessure portano alle estremità dei fori più larghi, detti fori cercatori, per aumentare il campo visivo. La scatola è imperniata sopra un bastone in modo da poter ruotare liberamente, e questo viene fissato verticalmente nel terreno. Quando si deve operare su terreni accidentati o inclinati, si usa lo squadro sferico (o squadro da montagna) costituito da una sfera con finestrelle poste lungo cerchi meridiani. In certi squadri le finestrelle obiettivo sono più larghe di quelle oculari e portano un filo teso per meglio individuare la linea di mira. Lo squadro a specchi è costituito da un'armatura metallica avente nella parte superiore due finestrelle e nella parte inferiore interna due specchi che formano un angolo di 45º. L'armatura è provvista di un'impugnatura alla cui estremità c'è un gancio per appendervi il filo a piombo. Per tracciare una visuale ortogonale rispetto a una prefissata è sufficiente veder coincidere l'immagine della prima palina riflessa sullo specchio con il prolungamento della seconda osservata attraverso la finestrella. Lo squadro ottico utilizza il principio della doppia riflessione per mezzo di prismi quali quello di K. M. von Bauernfeind, di Jadanza, di W. H. Wollaston, di C. Zeiss ecc. Se i prismi sono sovrapposti lo squadro ottico è detto “squadro a croci di prismi” e assolve anche alla funzione di materializzare allineamenti, oltre che visuali ortogonali. § Lo squadro distanziometro Lodis è uno strumento usato nel rilevamento per coordinate cartesiane e costituito da un cannocchiale dotato di distanziometro ottico e da un doppio prisma squadro pentagonale, portati da un bastone collegato cardanicamente a un treppiede. Il doppio prisma squadro serve per individuare l'allineamento, solitamente coincidente con l'asse delle ascisse, e il cannocchiale per determinare la lunghezza delle coordinate. Lo strumento è munito di due stadie: una è fissa nell'origine delle coordinate e serve a dare le ascisse, mentre l'altra è man mano posta nei punti da rilevare e dà le ordinate.

Media

Squadro