Questo sito contribuisce alla audience di

tónno

sm. [sec. XIV; latino tardo tunnus, per il classico thynnus, dal greco thýnnos]. Pesce (Thunnus thynnus) della famiglia degli Scombridi. Presenta corpo fusiforme, idrodinamico, con capo appuntito, coda ampia e semilunare e peduncolo caudale sottile ma robusto, tutte caratteristiche proprie dei nuotatori veloci. Lungo fino a 4 m, può pesare anche 6 quintali. La bocca, non molto grande, è provvista di dentelli cornei. Possiede 2 pinne dorsali, la anteriore sorretta da raggi spinosi e la posteriore seguita da una serie di 8-10 pinnule; contrapposta alla seconda dorsale è la pinna anale, anch'essa seguita da pinnule; le pettorali sono di medie dimensioni, così come le ventrali, spostate in avanti. Il colore del corpo varia dal blu-nero del dorso al biancastro del ventre, con macchie argentee sui fianchi. Il tonno possiede un complesso sistema di vasi sanguigni che permette una certa regolazione della temperatura corporea e, fatto inconsueto tra i pesci, può talvolta, sotto sforzo, mantenere una temperatura interna superiore di 12 ºC a quella dell'acqua. I tonni popolano l'Atlantico e il Mediterraneo, dove si riuniscono nel periodo riproduttivo in grandi branchi. Anche se oggetto di numerosi studi, la biologia del tonno non è molto conosciuta: sembra comunque che viva in profondità nei mesi invernali e si avvicini alle coste verso la fine di aprile. In questo periodo i tonni sono attivi e voraci (vengono detti tonni da corsa); dopo aver deposto le uova, pelagiche e numerose, in acque più calde, si dirigono verso le profondità marine e, forse, emigrano in Atlantico (tonni di ritorno). Fin dai tempi antichi i tonni sono oggetto di pesca per la bontà delle carni. Il sistema di pesca ancora oggi più usato è quello delle reti fisse della tradizionale tonnara. § Il tonno è uno fra i pesci più apprezzati e di più largo uso in tutto il mondo. Lo si consuma fresco, soprattutto nel Mediterraneo e in Giappone, in genere tagliato a larghe fette e arrostito (ma anche cucinato con intingoli) e conservato, in scatola, sott'olio o al naturale, risultandone un cibo sapido, di alto valore nutritivo. Può servire da base per numerosi condimenti e vari piatti (spaghetti al tonno, polpettone al tonno, vitello tonnato ecc.).

Media


Non sono presenti media correlati