Questo sito contribuisce alla audience di

tentàcolo

sm. [sec. XIX; dal francese tentacule, dal latino temptāre, toccare, tastare].

1) Appendice allungata e flessibile presente in molti invertebrati con varie funzioni. Spesso il termine viene usato impr. per indicare le braccia tentacolari dei Molluschi Cefalopodi. § I tentacoli sono prevalentemente portati sulla regione anteriore del corpo e in particolare sul capo e intorno alla bocca; possono essere semplici o ramificati e sono usati come organi tattili (per esempio nei Policheti), per la selezione (anfiosso) e la presa (Celenterati) del cibo o per la sua digestione (Pogonofori); talvolta assumono anche funzioni difensive (Celenterati), statiche (Celenterati), respiratorie (Oloturoidei), olfattive (Nudibranchi) ecc. In alcuni Gasteropodi portano occhi.

2) Fig., di ciò che afferra e trascina, generalmente verso il male: i tentacoli del vizio.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->