Questo sito contribuisce alla audience di

diaframma (anatomia)

lamina muscolo-tendinea che divide la cavità toracica da quella addominale. Ha la forma di una cupola ed è costituito da una parte muscolare periferica e da una parte tendinea centrale; può essere suddiviso in tre porzioni (sternale, costale, lombare), in base ai punti di inserzione dei muscoli che si dipartono dal centro tendineo. Il diaframma presenta orifizi attraverso i quali passano l'aorta, insieme al dotto toracico e ai nervi splancnici (canale aortico-diaframmatico), l'esofago (foro esofageo), la vena cava inferiore (orifizio quadrilatero). Il diaframma è un muscolo involontario, innervato dal nervo frenico, ma la sua attività è anche modificabile volontariamente; ha importanza nei movimenti inspiratori ed espiratori, nella defecazione, nell'espulsione del feto nella fase terminale del parto. Le principali alterazioni riscontrabili a carico del diaframma sono costituite dalla paralisi (per lesione del nervo frenico, in corso di gravi malattie neurologiche o polmonari), dall'ernia diaframmatica, dalla relaxatio, con conseguente immobilità durante gli atti respiratori.

Media

Descrizione del diaframma.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi