Questo sito contribuisce alla audience di

vàlvole cardìache

apparati regolatori del flusso sanguigno tra atri e ventricoli e tra ventricoli e arterie polmonare e aortica, che hanno la funzione di impedire il reflusso del sangue dal ventricolo all'atrio e dal circolo periferico nei ventricoli. Sono la valvola atrioventricolare di destra (o valvola tricuspide), la valvola atrioventricolare di sinistra (o valvola mitrale), la valvola aortica, posta tra ventricolo sinistro e aorta, e la valvola polmonare, posta tra ventricolo destro e arteria polmonare. La tricuspide è formata da tre lembi a forma di vela (cuspide) mantenuti in tensione dai muscoli papillari per mezzo di corde tendinee. Al momento della sistole ventricolare, cioè quando il cuore si contrae per spingere il sangue nei polmoni, la massa ematica contenuta nel ventricolo, premendo contro di essa, la chiude. In diastole, invece, si apre per far scendere il sangue proveniente dall'atrio destro nel ventricolo destro. La mitrale è formata da due lembi a forma di vela; si chiude durante la sistole quando la contrazione cardiaca spinge il sangue nell'aorta e si apre quando il cuore in diastole fa scendere il sangue dall'atrio sinistro nel ventricolo sinistro. La valvola aortica e la valvola polmonare hanno forma simile a una mezzaluna o a un nido di rondine (vengono infatti dette valvole semilunari), che offrendo la loro concavità alla corrente sanguigna hanno la funzione di permettere il passaggio del sangue dal ventricolo verso l'arteria, durante la sistole, ma di impedirne il reflusso quando avviene la diastole del ventricolo.

Media

Raffigurazioni del cuore.La chirurgia del cuore.Endocardio al microscopio.
Le valvole atrioventricolari cardiache.Illustrazione delle valvole cardiache.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi