Questo sito contribuisce alla audience di

lincomicina

farmaco antibiotico appartenente, con la clindamicina, alla famiglia delle lincosamidi, con spettro d'azione simile alla penicillina (ed un particolare tropismo per gli stafilococchi). Il meccanismo d'azione è simile a quello dei macrolidi: inibizione della sintesi proteica a livello delle subunità 50 S dei ribosomi; tuttavia, il farmaco risulta batteriostatico o battericida a seconda del dosaggio. Viene particolarmente usato nella cura di faringiti, otiti, polmoniti. Può provocare diarrea e coliti pseudomembranose -per sovrinfezione da parte di Clostridium difficilis- anche molto gravi. Deve essere assunto lontano dai pasti.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi