Questo sito contribuisce alla audience di

ape, puntura di

inoculazione, da parte di un'ape, del veleno contenuto nel suo pungiglione; provoca perlopiù solo una sensazione dolorosa e arrossamento, ma può avere conseguenze di una certa gravità se riguarda occhi, bocca e faringe, orecchio, oppure se colpisce soggetti sensibilizzati verso il veleno dell'insetto, nei quali può provocare fenomeni anafilattici. Se il numero delle punture è molto elevato (alcune centinaia) le conseguenze possono essere mortali. È bene, dopo la puntura, procedere all'estrazione del pungiglione (che resta sempre infisso nella pelle) e ad applicazioni locali di ammoniaca. Se la puntura interessa l'interno della bocca è utile bere acqua salata in attesa che intervenga un medico (che potrà somministrare cortisonici, adrenalina, antistaminici ecc.). In caso di allergia al veleno di imenotteri è utile tenere a disposizione una fiala di adrenalina, che rappresenta l'intervento salva-vita in caso di shock anafilattico.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi