Questo sito contribuisce alla audience di

lavanda

(Lavandula officinalis, famiglia Labiate), pianta molto conosciuta per l'uso deodorante e antitarmico. Si usano in terapia le sommità fiorite, che contengono un olio essenziale con alcoli terpenici (linalolo e geraniolo). La lavanda è un buon sedativo del sistema nervoso centrale, antispasmodica, ipotensiva; è inoltre coleretica, diuretica e battericida. Quest'ultima azione è sfruttata in dermatologia per curare infezioni cutanee: piaghe, ferite, punture d'insetti. Per uso interno l'infuso di lavanda, sola o associata ad altre piante, è prescritto in caso di insonnia, ansia, cefalea da tensione, asma bronchiale, pertosse, influenza, infezioni delle vie genitourinarie (leucorrea).

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi