Questo sito contribuisce alla audience di

inconscio

insieme di attività e funzioni psichiche che non arrivano alla coscienza, restando al livello dei contenuti della psiche più profondi. L'inconscio comprende i dati più lontani dal campo della consapevolezza dell'individuo. I processi inconsci consistono di elementi rimossi dalla coscienza e di elementi che per loro stessa natura sono inconsci (principio del piacere) e operano continuamente in maniera attiva nei vari stadi di organizzazione della psiche. La struttura dell'inconscio, non essendo raggiungibile attraverso l'osservazione, è conoscibile attraverso metodi particolari (psicoanalisi). Freud ha posto le basi della psicoanalisi dimostrando come l'analisi dei lapsus e del significato dei sogni possa essere di estrema utilità per raggiungere e capire i profondi processi inconsci. Egli dimostrò che il sogno non è un accadimento psichico privo di senso, ma è la via privilegiata per giungere all'inconscio, in quanto realizzazione di un desiderio, ovvero risultato dell'urgere inconscio delle pulsioni istintuali. Queste ultime sono principalmente legate a contenuti sessuali e aggressivi e vengono normalmente eslcuse dalla coscienza per opera dell'attività censurante dell'Io. La condizione fisiologica del sonno, invece, porta a un vero e proprio assopirsi dei meccanismi di censura e allora emergono le pulsioni, sotto forma di simbolo, che mascherandole le rende tollerabili. Il lavoro analitico consiste nel risalire dal simbolo al "contenuto latente" del sogno.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi