Questo sito contribuisce alla audience di

Il decorso febbrile

L'aumento della temperatura può avvenire in modo lento o rapido, con andamento remittente (che sale e scende senza mai tornare alla normalità) oppure intermittente (scendendo temporaneamente a valori normali). L'aumento rapido decorre attraverso quattro fasi:

Prima fase
Il soggetto accusa qualche brivido, batte i denti, contrae i muscoli.
Intervento: misurare la febbre, riscaldare con coperte, borse dell'acqua calda, tè caldo.

Seconda fase
Acme febbrile; il soggetto si presenta irrequieto, ansioso e avverte malessere diffuso.
Intervento: dare sollievo con spugnature fredde e bevande rinfrescanti.

Terza fase
La temperatura scende ed è accompagnata da sudorazione e spossatezza.
Intervento: cambi frequenti di biancheria per evitare che la persona si raffreddi troppo a lungo in quella bagnata di sudore.

Quarta fase
Sonno ristoratore.
Intervento: assicurare tranquillità al malato per aiutarlo a riprendersi dal disagio.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia

Vai alla sezione Autodiagnosi