Questo sito contribuisce alla audience di

Cosa significa virale?

Quando si parla di new media, quando si nominano i social network e le community il termine "virale" compare molto spesso. Ma cosa significa la parola "virale", soprattutto quando connessa alle cosiddette tecnologie 2.0?

Con virale si intende un contenuto che si diffonde molto rapidamente tramite i nuovi mezzi di comunicazione. Il termine virale proviene dalla parola “virus” perché il messaggio, analogamente alla diffusione esponenziale di un virus, viene trasmesso espandendosi molto velocemente, da persona a persona, tramite il principio del passaparola o attraverso i new media. Cioè che rende virale un contenuto sono senza dubbio il forte grado di coinvolgimento che porta con sé e la capacità di “attecchire” in una o più comunità virtuali, le quali sono in grado di trasmetterlo in modo veloce e, soprattutto, gratuito.

Il contenuto trasmesso può avere diverse forme: dal classico video, si passa all’advertising ai giochi online, alla semplice foto o messaggio postato sui social network, siti web e software: tali contenuti, se giudicati particolarmente interessanti, scherzosi e di tendenza, vengono condivisi, copiati e linkati dagli utenti sui loro spazi online.

Il meccanismo della viralità è particolarmente usato nel marketing tanto da divenirne una branca: il marketing virale. In questo caso si creano contenuti, programmi e messaggi che vengono trasmessi a personalità che hanno un grande impatto sociale e quindi pronti a diffondere il messaggio, innescando volontariamente viralità.

Ultimamente si definisce virale non solo il contenuto... Ma anche il suo contenitore! Che dire del selfie, per esempio? Questa tecnica fotografica si è diffusa viralmente, attirando anche l’attenzione delle società e delle agenzie pubblicitarie, che la hanno adottata per campagne di marketing pubblicitario.

Foto © T. L. Furrer - Fotolia.com

Chiedi a Sapere.it!

Ultime domande lette

loading