L'elettromagnetismo

La bussola magnetica

La bussola magnetica è uno strumento che sfrutta il magnetismo terrestre ed è costituita da un ago magnetico, una sottile sbarretta di materiale magnetico montata su un perno in modo che sia libera di ruotare nel piano orizzontale senza attrito: lontano da altri magneti che potrebbero influenzarne il comportamento, l'ago magnetico si orienta spontaneamente in direzione Nord-Sud, lungo i meridiani terrestri. In genere le bussole sono dotate di un quadrante suddiviso in 360 gradi, sul quale vengono segnati i punti cardinali, così da permettere l'orientamento. Sembra che la bussola fosse già nota in Cina (VIII sec.) e in Arabia (XI sec.) prima di divenire di uso comune in Occidente, ma non ci sono fonti sicure a questo riguardo. La prima descrizione dettagliata della bussola e del suo funzionamento risale al 1269 ed è dovuta a uno studioso francese, noto come Peter Peregrinus, il quale dette anche il nome di polo sud e di polo nord alle due estremità dell'ago magnetico. La bussola fu perfezionata e diffusa soprattutto dagli amalfitani (Flavio Gioia) nel XIV sec.

Approfondimenti

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia