Questo sito contribuisce alla audience di

Accadèmia dei Lincèi

fondata a Roma nel 1603 da Federico Cesi, Jan Heck (Ecchio), Anastasio de Filiis, Francesco Stelluti, è la più antica accademia scientifica al mondo. L'impegno preso dai suoi fondatori e dai suoi soci (tra i più autorevoli furono Galileo, G. Della Porta, V. Salviati, C. Marsili e, tra gli stranieri, G. Faber, L. Holstein ecc.) fu quello di rinnovare il sapere scientifico su basi di ricerca, nel più assoluto rifiuto degli elementi soprannaturali e dell'autorità aristotelica. Scioltasi nel 1630 alla morte di Cesi, ricostituita a Rimini per un decennio (1745-55), riprese stabilmente l'attività a Roma nel 1801 con il nome di Nuovi Lincei. Dopo la presa di Roma si scisse in Pontificia Accademia delle Scienze dei Nuovi Lincei e in Reale Accademia Nazionale dei Lincei. Quest'ultima, sotto la presidenza di Q. Sella, aggiunse alla tradizionale classe di scienze matematiche, fisiche e naturali quella di scienze morali, storiche e filologiche. Costretta nel periodo fascista a confluire nell'Accademia d'Italia, si ricostituì autonoma nel 1944.

Media


Non sono presenti media correlati