Questo sito contribuisce alla audience di

Altaj (sistema montuoso)

Sistema montuoso dell'Asia centrale, tra il Bassopiano Siberiano Occidentale e il deserto del Gobi, suddiviso in due sezioni: l'Altaj Russo e l'Altaj Mongolo. § L'Altaj Russo si estende nella Siberia meridionale, all'interno della Provincia autonoma di Gorno-Altaj, ed è costituito da rocce sedimentarie paleozoiche, piegate durante le orogenesi caledoniana ed ercinica, poi penepianate e successivamente ringiovanite dall'orogenesi alpina; consta di un altopiano di altezza variabile tra i 2500 e i 3000 m s.m., al di sopra del quale si elevano dorsali e vette isolate che culminano a 4506 m s.m. nel monte Beluha e dalle quali hanno origine numerosi corsi d'acqua, tra cui il Katun e il Bija, rami sorgentiferi dell'Ob. La vegetazione è di tipo alpino, con estesi boschi di conifere alternati a pascoli che giungono fino al limite delle nevi perenni (2500-3000 m). Nei fondivalle sono praticati l'agricoltura e l'allevamento ovino e bovino. Notevoli i giacimenti di ferro, piombo, zinco, oro e argento. § L'Altaj Mongolo rappresenta una diramazione del massiccio russo nella parte occidentale della Mongolia, dove si allunga per 1700 km in direzione SE dal Tabyn-Bogda-Shan (4356 m) al deserto del Gobi. È costituito da una catena compatta, poco ramificata, con cime superiori ai 4000 m s.m. (elevazione massima 4362 m), ricoperta da boschi e praterie fin verso i 3000 m s.m.; oltre tale quota si stendono solo nevi e ghiacciai, dai quali scendono numerosi corsi d'acqua diretti verso la steppa zungarica, tra cui il Kara-Irtyš, o Irtyš Nero, che tributa al lago Zajsan. Privo di valli trasversali, l'Altaj Mongolo si presenta come un'alta muraglia, valicabile solo attraverso alcuni passi posti tra i 2500 e i 3500 m s.m. (Tamč-Daba, 2581 m). In tutto il territorio dell'Altaj nacquero importanti culture che contribuirono allo sviluppo dell'arte centroasiatica.

Media

Altaj.