Questo sito contribuisce alla audience di

Ancina, Giovanni Giovenale

musicista e poeta italiano (Fossano 1545-Saluzzo 1604). Dopo aver studiato filosofia, retorica e medicina alle università di Torino e di Padova, nel 1574 incontrò San Filippo Neri, ne divenne uno dei primi compagni e ne affiancò l'opera di propaganda apostolica. Fu accanito avversario delle canzoni profane, scrisse trattati di teoria musicale e pubblicò (1599) la raccolta Tempio armonico (122 travestimenti spirituali a 3 voci di polifonie profane di vari autori). Fu vescovo di Saluzzo (1602) e fu beatificato da Leone XIII nel 1890.

Media


Non sono presenti media correlati