Questo sito contribuisce alla audience di

Andrade, Antonio de-

gesuita portoghese (Oleiros, Castelo Branco, 1580-Goa 1634) missionario in India. Nel 1624, partito da Agra, si recò a Delhi e di qui, valicata la catena himalayana, si portò nel Tibet, dove fondò una missione. Compose una delle migliori fra le cronache di viaggio del suo tempo, descrivendo gli anni trascorsi nel Tibet (Novo descobrimento do Grão Cataio, 1624).