Questo sito contribuisce alla audience di

Bòrore

comune in provincia di Nuoro (66 km), 394 m s.m., 42,74 km², 2352 ab. (bororesi), patrono: san Lussorio (21 agosto).

Centro situato sull'altopiano di Abbasanta. D'origine nuragica, la medievale Gorore fece parte della curatoria del Marghine, nell'ambito del Giudicato di Torres (sec. XI). Appartenuto al Giudicato d'Arborea nel sec. XIV, ne seguì le sorti passando agli Aragonesi nel 1478. Nel sec. XVIII i Savoia lo concessero, col Marchesato del Marghine, ai Pimentel e poi ai Tellez-Giron fino al 1839.§ Il territorio è ricco di testimonianze preistoriche fra cui i nuraghi Bighinzone, Toscono e Duos Nuraghes (formato da due torri), le “tombe dei giganti” Uore e Imbertighe, domus de janas, dolmen e menhir.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali e olive), sull'allevamento di ovini, caprini e suini, sulle attività di sfruttamento dei boschi, oltre che su aziende alimentari (formaggi tipici e prodotti da forno), tessili, edili e di lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati