Questo sito contribuisce alla audience di

Belpasso

comune in provincia di Catania (17 km), 551 m s.m., 164,49 km², 20.358 ab. (belpassesi), patrono: santa Lucia (13 dicembre).

Cittadina situata sul versante meridionale dell'Etna, nel cui parco regionale è compresa. L'abitato fu edificato secondo un piano urbanistico a scacchiera dell'architetto Giovanni Bellia alla fine del sec. XVII per accogliere gli abitanti di Malpasso; quest'ultima, distrutta nel 1669 da un'eruzione dell'Etna e ricostruita più a S col nome di Fenicia Moncada, fu nuovamente devastata dal terremoto del 1693. Fu sempre feudo dei Moncada.§ La chiesa madre, con bei portali, conserva preziosi oggetti sacri; pregevoli esempi di barocco siciliano sono i palazzi Bufali, Lombardi-Spina e Scrofani costruiti in gran parte in pietra lavica.§ L'economia si basa in prevalenza sull'industria, attiva nei settori alimentare, elettrotecnico, cartotecnico, metalmeccanico, medicale, edile, impiantistico, vetrario, degli imballaggi, dei materiali da costruzione, della cantieristica nautica, delle materie plastiche e della lavorazione di legno e metalli. È importante anche l'agricoltura, con coltivazioni di olivi, viti (con produzione di etna DOC), alberi da frutto, ortaggi e dei tipici mandorli e fichi d'India.§ Vi nacque l'autore drammatico e regista cinematografico Nino Martoglio (1870-1921).

Media


Non sono presenti media correlati