Questo sito contribuisce alla audience di

Brèst (provincia della Bielorussia)

Guarda l'indice

provincia della Bielorussia sudoccidentale, 32.800 km², 1.455.000 ab. (stima 2005), 44 ab./km², capoluogo: Brest. Confini: Hrodna (N), Minsk (NE), Homel' (E); Ucraina (S), Polonia (W).

Territorio

La provincia si estende nella zona sudoccidentale del Paese; i suoi limiti sono in parte segnati dal fiume Bug, sul cui corso sorge il capoluogo. Situata in una regione pianeggiante che si fa paludosa verso E, lungo il corso del fiume Pripjat, è solcata da altri numerosi fiumi (Jaselda, Styr, Goryn) e dal canale Bug-Dnepr. Il clima, prevalentemente umido, è associato all'abbondanza di reti fluviali. Il suo parco nazionale della Belavezhskaja Pushcha (87.000 ettari, esteso in parte anche nella provincia di Hrodna) è il più importante del Paese e uno dei più notevoli d'Europa. Centri importanti, oltre al capoluogo, sono Pinsk e Baranoviči.

Economia

Favorito lo sfruttamento agricolo della zona (frumento, avena, segale, orzo, patate, lino), i cui prodotti, uniti a quelli forestali, concorrono a fornire materia prima all'industria, attiva soprattutto nei settori alimentare e del legname, oltre che metallurgico, meccanico e delle costruzioni. Intenso anche il commercio, facilitato da una buona rete stradale e ferroviaria e dalla presenza di corsi d'acqua navigabili (fiume Bug; canale Bug-Dnepr), questi ultimi utilizzati soprattutto per il traffico di cereali e legname. Nella regione è stata aperta una “Zona economica libera”, con particolari privilegi fiscali e normativi che hanno dato una spinta considerevole agli investimenti.

Storia

Storicamente la regione è sempre stata considerata la “porta” occidentale dell'impero russo, ed è stata teatro di avvenimenti cruciali: vi fu firmata nel 1918 la pace di Brest Litovsk fra lo Stato dei Soviet e la Germania, fu teatro nel 1941 della battaglia di Brest, che rallentò l'avanzata delle truppe tedesche salvando dalla distruzione l'Armata rossa; e nel dicembre 1991 vi fu sanzionato il dissolvimento dell'Unione Sovietica.

Media


Non sono presenti media correlati