Questo sito contribuisce alla audience di

Branca, Vìttore

filologo e critico letterario italiano (Savona 1913-Venezia 2004). Ordinario di letteratura italiana all'Università di Padova, è direttore della rivista Lettere italiane e dall'aprile 1995 è stato eletto presidente della Fondazione Cini, succedendo nell'incarico a B. Visentini. Editore di testi antichi, ha pubblicato fondamentali studi sul Boccaccio: Linee di una storia della critica al Decameron (1939), Tradizione delle opere di G. Boccaccio (1958), Un autografo del Decameron (1962) e l'edizione critica del (1976). Tra gli altri saggi si ricordano: Emilio De Marchi (1946), La filologia e la critica letteraria (1977; con J. Starobinski), Esopo toscano (1989). Ha inoltre diretto un Dizionario critico della letteratura italiana (1974; ried. aggiornata 1986). Proseguendo i suoi attenti e puntuali studi sulla figura e l'opera di Giovanni Boccaccio, nel 1991 ha pubblicato il secondo volume della Tradizione delle opere di G. Boccaccio e nel 1996 i saggi Boccaccio medievale e nuovi studi sul Decameron e Con amore volere. Narrar di mercanti fra Boccaccio e Machiavelli. Nel 1999 ha dato alle stampe una prestigiosa e accuratissima edizione del Decamerone che, accanto al testo, presenta anche l'interpretazione visuale (miniaturistica, grafica, pittorica) voluta dallo stesso Boccaccio per la prima pubblicazione dell'opera.

Media


Non sono presenti media correlati