Questo sito contribuisce alla audience di

Caprivi di Caprara di Montecùccoli, Georg Leo

generale e statista tedesco (Charlottenburg 1831-Skyren, Brandeburgo, 1899). Distintosi nelle guerre prussiane del 1866 e del 1870, succedette a Bismarck come cancelliere dell'Impero (1890). La politica di riforme da lui intrapresa incontrò l'ostilità dei liberali. In politica estera, influenzato da Holstein e ligio a Guglielmo II, rinnovò la Triplice Alleanza (1891) ma non il Trattato di controassicurazione con la Russia, permettendo così il riavvicinamento franco-russo. Dall'Inghilterra, con un atteggiamento conciliante verso le pretese su Zanzibar, ottenne l'isola di Helgoland, la cui trasformazione in base navale avviò una nuova politica di potenza sui mari. Nel 1893 curò anche il potenziamento dell'esercito, ma, per ottenere l'approvazione della ferma obbligatoria, dovette ricorrere allo scioglimento del Reichstag. Destituito dall'imperatore (ottobre 1894), si ritirò a vita privata.